“ARSAA”, con le estemporanee un tocco artistico al territorio

Tempo di bilanci per A.R.S.A.A, un’associazione per il Recupero Storico Artistico e Architettonico, a scopo culturale e di promozione sociale, che si occupa di promuovere e valorizzare il territorio intervenendo in modo concreto per valorizzare il patrimonio del Sud. Fondata nel novembre 2017 – costituita da sette professionisti fondatori tra architetti, restauratori e una storica dell’arte – anche quest’anno ha organizzato eventi culturali di spessore, contribuendo ad arricchire l’offerta di manifestazioni artistiche sul territorio. Come l’estemporanea di pittura nel comune di Isca. Il tema che è stato svolto dagli artisti provenienti da varie parti della Calabria è stato “Isca e il filo rosso: gli scorci, il patrono, il martirio”. I comuni territorialmente limitrofi a Isca e quelli del comprensorio, da Guardavalle a Satriano, sono accomunati dal culto dei martiri. In tal senso il tema del martirio può considerarsi il “filo rosso” che intreccia tutti i nostri borghi. Perciò, l’associazione culturale A.R.S.A.A., con la collaborazione della Pro loco “Sanagasi” di Isca e il patrocinio e il contributo del comune di Isca, in occasione della rappresentazione della “Tragedia di San Marziale”, evento storico-culturale che si ripete con cadenza settennale, ha organizzato questo primo concorso di pittura estemporanea strutturato in un’unica sezione All’artista è stata richiesta una personale riflessione sul nesso tra il borgo iseano, con le sue caratteristiche storicoarchitettoniche e la figura del santo patrono così come ce lo presenta la rappresentazione teatrale. Nella ricorrenza del settennale tutta la comunità e il borgo si sono mobilitati
divenendo un grande palcoscenico per la rappresentazione della “Tragedia”. L’estemporanea dunque, oltre a favorire l’arrivo dei visitatori, ha anche avuto l’intento di avvicinare i cittadini all’arte e di valorizzare questa tradizione teatrale che costituisce un grande patrimonio “immateriale” del nostro territorio. Quindi, lo scorso 16 di agosto, l’associazione culturale ARSAA, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Guardavalle, ha organizzato la IX edizione dell’estemporanea di pittura tra le vie del centro storico e lungo le aree panoramiche ad esso relative. Come già avvenuto al momento della premiazione, ARSAA ringrazia il comune, la giuria e gli artisti, che hanno avuto grande maestria nel riprendere, con un pizzico di romanticismo, le identità guardavallesi.

Fonte: Il Quotidiano del Sud

Commenti
Loading...
X