Disagi nella raccolta dei rifiuti. L’amministrazione non dice il vero

L’ordinanza n°54 emessa dal sindaco in data 24/09/2019,con la quale veniva comunicato che i rifiuti non potevano e non potranno essere conferiti nelle discariche di Alli di Catanzaro e in quella di Lamezia , su disposizione della Regione Calabria ,non dice tutta la verità. Infatti nell’ordinanza del sindaco non viene detto e non vengono spiegati i motivi di questo diniego a conferire i rifiuti nelle suddette discariche. Volutamente il sindaco omette di dire di spiegare e di informare i cittadini ,che il comune di Guardavalle, così come altri comuni, è moroso di un debito di Euro 49.634.62 nei confronti della Regione Calabria, riguardante il periodo Gennaio-Giugno 2019. Da qui il divieto ai comuni morosi di conferire i rifiuti nelle discariche sopra citate. Ciò, di conseguenza, è causa di disagi per la cittadinanza, ma anche per la Ditta e gli operatori del settore. Per onestà politica ed intellettuale, non possiamo non dire che la Regione Calabria porta tutte intere le responsabilità di una situazione di arretratezza e di ritardi nel campo/settore dei rifiuti e più in generale sulle questioni/problemi ambientali, lasciando la nostra Regione agli ultimi posti per innovazione. I cittadini che pagano regolarmente i tributi comunali ( peraltro aumentati ) si vedono privati di questo servizio e in più devono sopportare le menzogne e la insufficiente e fuorviante informazione del sindaco. Facciamo notare, lo abbiamo già scritto e lo ribadiamo, che a fronte delle ristrettezze economiche note del comune, vengono fatte spese con superficialità, non rispettando il rigore necessario, nel nome di un clientelismo di vecchio stampo. Emerge sempre più evidente un’amministrazione chiusa e irrispettosa, che copre la partecipazione di pochi fedelissimi e sempre più staccata e più lontana dai problemi dei cittadini.

Gruppo consigliare opposizione Civiltà Politica

Commenti
Loading...
X