Gestione dei rifiuti affidata ancora alla Mea

Si connota nel segno della continuità la gestione dei rifiuti a Guardavalle. Sarà sempre la ditta Mea ad occuparsi dei servizi di igiene ambientale nel territorio comunale. È stata la società con sede a Foggia, ad aggiudicarsi la gara espletata dalla Centrale unica di committenza dell’Unione dei Comuni del Versante ionico alla quale il Comune di Guardavalle ha demandato la gestione delle gare d’appalto per importi superiori a 40mila euro. La scadenza del contratto stipulato con la Mea è prossima e la Regione Calabria è in ritardo con la costituzione delle Ato (di cui si parla da almeno due anni) per la gestione integrata dei rifiuti, il cui progetto non è stato ancora sviluppato ed avviato, nonostante le numerose comunicazioni inviate a tutti i Comuni della Provincia di Catanzaro. Le lettere della Regione con la comunicazione dell’imminenza dell’avvio della Ato (ambiti territoriali ottimali) hanno di fatto determinato un ritardo sull’avvio della nuova procedura di gara per l’affidamento del servizio. Per assicurare la continuità del servizio, trattandosi di igiene pubblica, il Comune ha ritenuto di dover procedere all’appalto del servizio per la durata di cinque anni, nelle more di un eventuale operatività delle Ato ancora di fatto ferme. L’ufficio tecnico dell’ente ha redatto un progetto tecnico che ha calcolato un costo di 335mia euro moltiplicato per cinque anni per un totale di un milione e 675mila euro. Lo scorso maggio l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pino Ussia, ha approvato in giunta il progetto esecutivo, dando via all’iter per l’espletamento delle procedure di gara, tramite una procedura aperta, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Gli atti della gara sono stati trasmessi alla Cuc dell’Unione e il 24 giugno scorso il responsabile li ha approvati. A risultare vincitrice dell’appalto la ditta Mea per un milione e 672.525 euro, per un ribasso d’asta dello 0,15%. Con una determina l’ufficio tecnico comunale ha preso atto dell’aggiudicazione definitiva del servizio di raccolta differenziata alla Mea ed ha approvato lo schema di contratto. Il costo dell’appalto sarà sostenuto con fondi del bilancio pluriennale 2019/2021: 71.391 euro per il 2019, 374.500 euro per il 2020 e 374.500 euro per il 2021. La stessa somma è prevista per il 2022 e il 2023, mentre scende a 312.083 per il 2024.

Fonte: Gazzetta del Sud – Letizia Varano

Commenti
Loading...
X