Il Borgo si riaccende con la Traviata

Si sono conclusi i preparativi e definito il cast per l’imminente allestimento dell’opera lirica in tre atti di Giuseppe Verdi “La Traviata”. Il direttore artistico Francesco Menniti e il sindaco di Guardavalle, Pino Ussia, nella conferenza stampa, si sono dichiarati soddisfatti per come stanno proseguendo i lavori della messa in scena di una delle opere più amate al mondo. «Organizzare un evento di questa portata al tempo del Covid – ha precisato il sindaco Ussia – non è una cosa facile neanche a pensarla, però non impossibile. Nei primi incontri, si era pensato di saltare l’edizione del 2020 ma, confrontandoci e assicurandoci l’impegno di tutti, si è deciso di procedere. Rispettate le misure anti Covid e del distanziamento sociale: sanificazione e la sistemazione in platea con i posti a sedere preassegnati e rispetto delle distanze; i dispositivi per la disinfezioni; l’utilizzo obbligatorio di mascherine; la misurazione della temperatura agli spettatori, agli artisti, alle maestranze e a ogni altro lavoratore nel luogo dell’evento; consegna dei ticket con modalità telematiche». Molto articolato l’intervento del direttore artistico Francesco Menniti «Anche per il 2020 Borgo in Opera – dice – la regia è sta assegnata alla determinata e competente padovana Sofia Lavinia Amsich. La bacchetta chiamata a dirigere La traviata sarà quella del direttore d’orchestra calabrese, Massimiliano Tisano». Nelle conclusioni Menniti valorizza gli artisti. «Borgo in Opera è felice di condividere l’allestimento di questa edizione con un esperto musicista degno rappresentante della nostra regione Guardavalle, che è una sua seconda casa, saprà accoglierlo e coccolarlo con l’attenzione che merita. Tanta attenzioni saranno riservate ai personaggi di Violetta e Alfredo. Con la riconferma del Soprano Eleonora Pisano e del Tenore Romolo Tisano». Di riconferma, si tratta anche per il Baritono Raffaele Facciolà, che sarà Giorgio Germont e la mezzosoprano Caterina Riotto che interpreterà Flora, l’amica di Violetta. Un gradito ritorno, sul palcoscenico naturale del borgo, di questi artisti che hanno contribuito al successo della prima edizione. A completare il cast nuove presenze: la fedele cameriera Annina interpretata dal soprano romano Paola Angela Giovani; il Baritono Angelo Parisi vestirà i panni del Barone Douphol; Gastone, Visconte di Létorières, sarà interpretato dal tenore Gianluca Marino; il Dottor Grenvil sarà impersonato dal Basso Angelo Michele Mazza; il basso Giovanni De Benedeto, invece, sarà il Marchese d’Obigny. Una consolidata collaborazione, con il coro e l’Orchestra del teatro Comunale F. Cilea di Reggio Calabria con il suo Direttore Bruno Tirotta e con il primo violino Pasquale Faucitano. Con la Milano Show Rent per le coregrafie e audio di Nicola Procoprio. Quasi tutti calabresi.

Fonte: Il Quotidiano del Sud – Franco Laganà

Commenti
Loading...
X