In arrivo un milione di euro destinato al centro storico

È in arrivo un finanziamento da un milione di euro per mettere in sicurezza il centro abitato di Guardavalle centro. Il Comune ionico è infatti risultato beneficiario dell’ingente somma, messa a disposizione con un decreto interministeriale per la progettazione definitiva ed esecutiva di interventi nelle zone a rischio sismico. Una delle più importanti progettazioni nel settore dei lavori pubblici, alla quale, però, l’ufficio tecnico dell’ente non è in grado di far fronte per la mole di lavoro che comporta, anche alla luce della riduzione del personale dipendente, dopo i recenti pensionamenti che hanno già spinto il responsabile dell’area tecnico Giovandomenico Romeo a nominare un supporto al Rup per l’espletamento di varie pratiche già incardinate negli uffici, soprattutto in materia di edilizia scolastica. Anche in questo caso, l’ufficio tecnico decide di affidarsi a personale esterno, con la predisposizione di un avviso esplorativo, per la manifestazione di interesse all’affidamento dell’incarico mediante la procedura negoziata. L’incarico riguarderà, quindi, la progettazione esecutiva, la direzione dei lavori e il coordinamento per la sicurezza del maxintervento. Certo è che l’essere destinatari delle risorse in questione, è un’opportunità importante. Un finanziamento da non perdere per mettere in sicurezza il centro storico di Guardavalle, fra l’altro, oggetto da tempo di dibattito politico, soprattutto per quanto riguarda la sua vivibilità. Edifici pericolanti, perché abbandonati, sporcizia diffusa e una condizione generale di degrado si registrano nel centro storico della cittadina, al punto che già quest’estate il sindaco Pino Ussia si era visto costretto ad emettere un’ordinanza per tutelare l’igiene pubblica. Del resto, la riqualificazione di Guardavalle centro era stata individuata dall’amministrazione comunale come un obiettivo primario dell’azione politico-amministrativa per arginare il degrado e fermare l’abbandono della parte antica della città. In tal senso nei mesi scorsi, la Giunta municipale come è noto ha approvato un progetto da venti milioni di euro nell’ambito dei Contratti istituzionali di sviluppo. Anche questi ultimi rappresentano uno strumento utilissimo per la riqualificazione dei tessuti urbani e non solo. Se finanziato, il progetto di ospitalità diffusa potrebbe infatti migliorare non poco le condizioni del borgo, recuperando antichi edifici e rivitalizzando il centro storico.

Fonte: Gazzetta del Sud – Letizia Varano

Commenti
Loading...
X