Intitolazione piazzetta antistante “Chiesa Santa Maria della Neve” all’Avv. Bruno Riitano

LA GIUNTA COMUNALE
Premesso
che nell’ambito del progetto denominato “Borgo delle Stelle” questo Ente ha previsto
interventi volti al recupero di alcuni immobili particolarmente significativi dal punto
di vista storico, di proprietà di privati;
che in particolare il progetto innanzi citato prevede il recupero architettonico e
funzionale del fabbricato sito in Guardavalle alla via San Carlo n. 90 già Chiesa di
Santa Maria della Neve;
dato atto che i proprietari del suddetto immobile, eredi Riitano con nota acquisita agli
atti comunali prot. 528 del 21/01/2021 comunicavano di voler cedere gratuitamente al
Comune di Guardavalle il suindicato immobile esprimendo al contempo ammirazione
e gratitudine per l’iniziativa intrapresa da questo Ente;
Atteso che è intendimento di questa Amministrazione comunale intitolare la piazzetta
antistante la Chiesa di Santa Maria della Neve all’Avv. Bruno Riitano, per volere degli
eredi Riitano quali proprietari del sopra indicato immobile, ceduto gratuitamente al
Comune di Guardavalle;
che con tale intitolazione l’Amministrazione intende rendere omaggio a questa
famiglia ed in particolar modo al loro avo Avv. Bruno Riitano e dare testimonianza
dell’atto di liberalità compiuta verso il comune di Guardavalle;
Dato atto che l’Avv. Bruno Riitano è deceduto di recente, e che quindi non sono ancora
trascorsi i 10 anni dalla sua morte, pertanto occorre richiedere alla Prefettura di
Catanzaro l’autorizzazione per potergli dedicare la piazzetta antistante la Chiesa di
Santa Maria della Neve;
Rilevato che la disciplina giuridica per quanto attiene alla scelta dei nomi da attribuire
alle vie, strade, piazze è contenuta nelle seguenti disposizioni:

  • R.D.L. 10 maggio 1923 n. 1158, convertito in legge 17 aprile1925, n. 473, che
    prevede l’obbligo dell’autorizzazione del Ministero dell’Istruzione pubblica, per
    il tramite delle competenti Soprintendenze ai monumenti, per il mutamento di
    nome di vecchie strade e piazze;
  • Legge 23 giugno 1927, n. 1188, che stabilisce che la denominazione di nuove
    strade o piazze debba essere autorizzata dal Prefetto, sentito il parere della
    deputazione di storia o patria o ove questa manchi, dalla società storica del
    luogo o della regione. La stessa norma prevede altresì il divieto di dedicare
    strade o piazze pubbliche a persone che non siano decedute da almeno dieci
    anni, salva la facoltà concessa dal Ministero dell’Interno quando si tratti di
    persone che abbiano bene meritato la Nazione;
  • Decreto Ministeriale 25 settembre 1992, con il quale è stata delegata ai Prefetti
    la facoltà di autorizzare, a decorrere dal 1 gennaio 1993, le intitolazioni di
    luoghi pubblici e monumenti a personaggi deceduti da meno di dieci anni;
    Richiamata altresì la circolare n. 10 del 08.03.1991 con la quale il Ministero
    dell’Interno ha chiarito, tra l’atro, che l’atto deliberativo in materia di
    toponomastica rientra nelle competenze della Giunta comunale;
    Visto il parere favorevole espresso dal Responsabile del Settore Amministrativo,
    in ordine alla regolarità tecnica del presente atto, ai sensi di quanto dispone
    l’art. 49, comma 1, del d.lgs. 267/00;
    Rilevato che il presente atto non necessita dell’acquisizione del parere di
    regolarità contabile, ex art. 49, comma 1, del d.lgs. 267/00, in quanto non
    comporta alcun impegno di spesa;
    Con voti unanimi favorevoli,
    DELIBERA
    Di manifestare la volontà, per le motivazioni espresse in narrativa,
    di intitolare la piazzetta antistante la Chiesa di Santa Maria della Neve all’Avv.
    Bruno Riitano quale avo della famiglia Riitano, la quale si è contraddistinta per
    lo spirito di liberalità manifestato verso il comune di Guardavalle;
    di autorizzare il Responsabile del Settore Amministrativo a richiedere
    l’autorizzazione al Prefetto di Catanzaro, trattandosi di persona deceduta da
    meno di 10 anni;
    di dichiarare il presente atto deliberativo immediatamente eseguibile, ai sensi e
    per gli effetti dell’art. 49, comma 1, del d.lgs. 267/00.
fonte http://alboguardavalle.asmenet.it/allegati.php?id_doc=16120211&sez=p&data1=16/02/2021&data2=03/03/2021
Commenti
Loading...
X