Lavori post-alluvione. I dubbi della minoranza

Fari del gruppo di opposizione “Civiltà politica” puntati su una determina dell’ufficio tecnico, sulla quale i consiglieri Antonio Tedesco, Antonio Purri, Giovanni Cicino e Francesco Montepaone hanno prodotto un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al sindaco Pino Ussia, all’assessore ai Lavori pubblici Agazio Randazzo e al responsabile dell’area tecnica dell’ente Giovambattista Romeo. Al centro dei quesiti posti da “Civiltà politica”, la determina dirigenziale 301 del 20 dicem-bre 2018 con cui sono stati approvati i verbali relativi ai lavori di somma urgenza, per un importo di 201.850 euro, a seguito degli eventi alluvionali del 5 e 6 ottobre scorsi. In quella circostanza si verificarono diversi danni alle strade urbane ed extraurbane, alla rete idrica, alla rete fognaria, a quella idrica ed elettrica. Le spese maggiori riguardano la messa in sicurezza del collettore fognario ubicato sul lungomare e dell’impianto di sollevamento della fognatura comunale. In primis, l’attenzione di “Civiltà politica” si concentra sulla tempistica della pubblicazione, in quanto avvenuta tre mesi dopo rispetto alla predisposizione della determina, in secondo luogo sull’impegno di spesa, relativa agli interventi, in quanto nell’indicare il capitolo di bilancio, sarebbe stata omessa l’indicazione dell’esercizio finanziario. In particolare, l’interrogazione punta il dito su una serie di carenze che sarebbero state riscontrate nella determina nella quale, secondo “Civiltà politica”, mancherebbero alcuni elementi essenziali, fra i quali l’indicazione delle ditte che hanno eseguito i lavori, le date di consegna e di fine degli interventi effettuati, i nominativi di chi ha eseguito i sopralluoghi dai quali è stata stabilita l’urgenza dei lavori con la descrizione sintetica di quelli eseguiti e da eseguire, nonché la documentazione per il computo metrico, l’attestazione della loro regolare esecuzione. Da qui la richiesta, da parte dei quattro consiglieri firmatari dell’interrogazione, della copia di tutta la documentazione allegata alla determina e del resoconto dei lavori, effettuati e da effettuare.

Fonte: Gazzetta del Sud – Letizia Varano

Commenti
Loading...
X