Rifiuti, discariche chiuse per i Comuni morosi: ecco la lista

Il 28 agosto scorso la Regione ha effettuato l’ultima verifica sui crediti vantati nei confronti degli enti locali e ora ha vietato il conferimento dell’immondizia ai Municipi non in regola con i pagamenti

«Alla data del 28 agosto a fronte di un incasso previsto di 25 milioni, sono stati versati solo tre milioni di euro appena l’11% contro l’80% previsto». Non restano più tanti margini di manovra per i comuni morosi messi alle strette da una nota divulgata lo scorso 5 settembre dalla Regione che contiene la “black list” delle amministrazioni indebitate. Un bollettino di guerra che restituisce l’immagine di un sistema, quello dei rifiuti, ormai al collasso e che provoca anche voragini tra i capitoli di bilancio della Regione non più disposta ad accollarsi i debiti per conto degli Ato che già a partire dal primo gennaio scorso avrebbero dovuto farsi carico della gestione del sistema di raccolta e smaltimento dell’immondizia. E, invece, la Cittadella ha trattenuto per delega la facoltà di sottoscrizione dei contratti che però le è costata cara: circa 25 milioni.

Senza dubbio Reggio è la città più indebitata della Calabria, che sfiora i 2 milioni e mezzo di arretrati. L’intera Ato reggina ha accumulato un debito del valore di oltre otto milioni di euro. Alla data dell’ultima verifica effettuata dalla Regione su 97 Comuni solo 23 avevano versato un acconto sulla quota. Sfonda il tetto dei nove milioni di euro, invece, l’Ato di Cosenza che con i suoi 150 comuni è riuscita a versare solo 262mila euro. Al 28 di agosto solo venti amministrazioni erano in regola con i pagamenti. La città bruzia vanta un debito di un milione di euro a cui si aggiunge quello del Comune di Rende di 800mila euro. Cinque milioni e 300mila euro, invece, il debito accumulato dall’Ato di Catanzaro di cui solo un milione e mezzo grava sulle spalle di Palazzo De Nobili. Su ottanta Comuni della provincia solo in 12 avevano versato le quote. Oltre due milioni e mezzo (2.890) invece gli arretrati accumulati dall’Ato Crotone. La città pitagorica vanta da sola un debito pari a quello del Comune capoluogo di regione. Solo 387mila euro su oltre due milioni è il versamento effettuato dall’Ato Vibo Valentia. Su cinquanta comuni solo 12 risultavano in regola con i pagamenti.

Clicca qui per consultare l’elenco dei comuni morosi

fonte https://lacnews24.it/ambiente/cancelli-chiusi-comuni-morosi-ecco-black-list_99189/
Commenti
Loading...
X