Saverio Gregorace rimane allo Scalea

Gregorace e lo Scalea: la storia continua. Come lo scorso anno, ma con due mesi d’anticipo, la seconda decade è favorevole ai progetti biancostellati. La firma del trainer ingloba più ruoli in uno per la società di Pino Bono. L’allenatore non ha posto particolari condizioni, ricordando però l’intento di dare seguito ad un ciclo progressivo in termini di competitività. In ordine alla rosa si presumono almeno 6 o 7 riconferme, una trattativa attorno ad Angotti e un interrogativo sul portiere Loccisano, richiesto da società di categoria superiore. Martinez dall’Argentina avalla le idee di Gregorace ma non c’è ancora la riconferma. La proposta per trattenere il bomber Angotti è imperdibile ma il lametino è al centro di un quadrivio. Si prospetta un futuro diverso per Macrì, visto che Scalea ha funto da vetrina per il centrocampista variegato e versatile. Lo snodo delle conferme sarà importante per procedere lungo il binario della campagna acquisti, già mirata nell’ordine delle idee dell’allenatore scaleoto. Scalea estiva, immersa nella vita mondana, ha un cuore sportivo che batte d’orgogliosa rinascita e mentre incalza il mercato, c’è chi ambisce proprio al biancostellato. I più fortunati sono quelli che hanno ricevuto già la chiamata, per non parlare dei baby di casa che rappresentano il futuro. Tanti gli esordi durante la scorsa stagione ma su tutti è emerso Benanti, giovane di qualità sia dal punto di vista scolastico che calcistico.

Fonte: Il Quotidiano del Sud – Annamaria Implatini

Commenti
Loading...
X