Video | La carica dei cinquecento con il Fai

In occasione delle “Mattinate d’inverno” la visita tra le vie del centro storico

Oltre 500 studenti delle scuole del comprensorio, hanno trascorso la “Mattinate FAI d’Inverno”. nel Borgo di Guardavalle, per visitare i palazzi gentilizi, ammirare i portali e le sue bellezze naturalistiche. Ad accogliere gli studenti, due studenti musicisti della locale Banda Musicale il sindaco Pino Ussia e l’assessore Campagna. Per le vie cittadine gli studenti sono stati accompagnati dai suonatori di tamburi, ed hanno avuto anche la possibilità di dialogare con gli anziani del luogo, che hanno apprezzato molto la visita, e di nonni incontrare i propri nipoti che studiano a Soverato. A fare da Ciceroni, la classe III E e due alunni della V E del Liceo Scientifico “Guarasci” di Soverato e gli alunni delle tre classi di terza media di Guardavalle centro e marina. Presente all’evento storico culturale, la presidente FAI Gloria Samà, insieme ai referenti FAI: Liceo Scientifico – prof.sse Ornella Ieropoli, Concetta Salerno. Per la scuola media di Guardavalle prof.ssa Mariangela Salerno. Nel visitare i palazzi gentilizi, le chiese, le torri, ”I ciceroni”, oltre a illustrare la storia dei palazzi, e dei proprietari hanno raccontato, ai loro compagni , e a quanti hanno partecipato alle visite, gli usi e i costumi guardavallesi, le bellezze architettoniche e paesaggistiche, i mestieri, le usanze e i folclori. «Il Fai – ha precisato la presidente Samà, – dedica le mattinate d’inverno alle scuole. Grazie al forte impegno della prof. ssa Ieropoli, e Salerno, gli studenti hanno avuto la possibilità di scoprire questo bellissimo Borgo ricco di storia e di cultura. La fondazione che nasce nel 1975 con il fine di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano, andando a “proteggere” ed a recuperare beni abbandonati e/o sconosciuti» Orgogliosa per l’impegno profuso dai” Ciceroni”, e per l’attenzione degli studenti durante le visite, la prof.ssa Iaropoli. «Gli studenti sono stati protagonisti, perché inseriti nel progetto alternanza scuola – lavoro, deliberato dal consiglio di classe. Un progetto che sicuramente avrà una grande ricaduta dal punto di vista della didattica». La professoressa Concetta Salerno, è stata un punto di riferimento molto importante per queste visite. «Sono felicissima – ha detto – I giovani mi hanno seguito, scoprendo cose bellissime che non conoscevamo. Mi ha fatto immenso piacere la partecipazione della popolazione, che ha dialogato con gli studenti. Molto bello anche in un caratteristico “Catjoo” la degustazione de “Zippuli”, preparate dalla signora Giuseppina e Antonella. Alla visita era presente il sindaco Ussia. «Come amministrazione abbiamo creduto in questo progetto, che mira alla riscoperta del nostro centro Storico. Mi ha fatto piacere apprendere, e non mi vergogno a dirlo, da questi esperti ”Ciceroni” delle cose che non conoscevo». La presidente Samà, ha annunciato che il prossimo appuntamento – il 23 e il 24 marzo – sarà a Badolato in occasione delle Giornate Fai di Primavera.

Fonte: Il Quotidiano del Sud – Franco Laganà
Video di Francesco Afk Menniti

Commenti
Loading...
X